Scuola, contagi, tamponi: cosa accade in Sicilia VIDEO

Il punto del presidente della Regione.

PALERMO – “Entro le prossime 24 ore sarà presa una decisione sulla riapertura delle scuole”, spiega il presidente della Regione Nello Musumeci al termine della conferenza in cui annuncia un piano straordinario contro la dispersione scolastica. È inevitabile che si faccia il punto sulla situazione Covid in Sicilia.

“La stragrande maggioranza dei ricoverati in Sicilia non è vaccinata, a Palermo siamo al 70% – spiega Musumeci -.
Alcuni addirittura, mi dicono, rifiutano le cure proprio perché non riconoscono l’esistenza del virus e negano l’importanza della scienza e quindi i medici sono impegnati, non soltanto a curare quelli che per fortuna sono stati colpiti debolmente perché già avevano il vaccino, ma anche a convincere i no vax”.

Il governatore ribadisce in maniera chiara la sua posizione: “Io sarei per l’obbligo vaccinale. Basta. Meno tamponi faremo e più vaccinati avremo. Troppo comodo fare il tampone. Il tampone è un’illusione. Io sono convinto che se tutto il personale dedicato ai tamponi potesse, per esempio, raggiungere le persone contagiate a domicilio otterremmo un risultato di gran lunga superiore”. Dobbiamo quindi convincere i siciliani che li tampone non è la strada maestra. Deve essere una eccezione non può diventare una regola”.

Prudenza, ma nessun allarmismo da parte del governatore riguardo all’occupazione dei posti letto negli ospedali e all’aumento dei contagi spinti dalla variante Omicron. Gli esperti dicono che la curva sta raggiungendo il picco, ma già nei prossimi giorni dovrebbe iniziare la decrescita.

Nel frattempo si lavora alla riconversione di alcuni reparti e all’utilizzo delle Residenze sanitarie per ospitare i pazienti con minori criticità. E si lavora pure, aumentando gli organici con nuove assunzioni, a potenziare il servizio dei tamponi.

“Non c’è una condizione di particolare emergenza – spiega il governatore – tanto è vero che solo da alcune ore siamo passati in zona gialla mentre altre regioni italiane lo sono da un pezzo. Dobbiamo evitare o allungare il più possibile la permanenza in zona gialla per non andare in zona arancione che sarà inevitabile con questa tendenza”.

Infine sul rientro a scuola aggiunge: “I prossimi giorni saranno decisivi. Da un lato vorremmo che i ragazzi potessero frequentare le scuole tranquillamente perché il processo formativo della presenza in classe è fondamentale, dall’altro lato vorremmo che la salute dei nostri ragazzi non venisse pregiudicata da scelte affrettate o superficiali. Quindi col governo nazionale, con la conferenza delle Regioni stiamo valutando quale potrà essere la soluzione migliore”.

Related Stories

spot_img

Discover

Elezioni comunali a Genova, sette in corsa per la...

Elezioni comunali a Genova, sette in corsa per la poltrona di sindaco. I candidati consiglieri per ogni fila

Taggia, il ventiquattrore del disinnesco della bomba. In corso...

Sgombero della zona rossa in mezzo a Arma, Riva e Sanremo. Centri di accoglienza in scuole, impianti sportivi e mercato di valle Armea

scontro Russia-Ucraina, la denuncia: bombe al fosforo su Azovstal....

Helsinki insiste per entrare nella Nato, il no saraceno. Martedì decide la Svezia. Stoltenberg: «Troveremo una linea comune». Le forze armate di Kiev respingono 12 attacchi russi nel Donbass. Ue verso il linea delle stime di crescita. L’intelligence Gb: «L’offensiva russa ha perso impeto»

Eurovision 2022: il televoto premia l’Ucraina, vince la Kalush...

Eurovision 2022: il televoto premia l’Ucraina, vince la Kalush Orchestra. Italia sesta

La grande sparizione da Taggia, evacuate 10mila persone per...

Domenica 15 maggio nell’Imperiese la rimozione del residuato bellico. Zona rossa dalle 9, treni fermi. voluminoso attenzione fra gli artificieri arrivati in Liguria da Cuneo: “Può prorompere, è funzionale”

Omicidio di Alice Scagni, la sofferenza dei genitori: “Perdonaci...

La madre e il padre ringraziano in una lettera chi è stato loro vicino e chiedono scusa alla figlia uccisa il primo maggio dal confratello

Popular Categories

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui