Tragedia del Mottarone, i giudici del Riesame: “Arresti domiciliari anche per Nerini e Perocchio”

La cabina della funivia del Mottarone precipitata lo scorso 23 maggio (foto di archivio)

Sconfessata la linea della gip Donatella Banci Bonamici che a maggio non aveva convalidato i fermi

Cristina Pastore

28 Ottobre 2021

Torino – Arresti domiciliari per Luigi Nerini, gestore della funivia del Mottarone, e per il direttore d’esercizio Enrico Perocchio. Il tribunale del Riesame di Torino si è pronunciato così sul ricorso presentato a giugno dalla procuratrice di Verbania Olimpia Bossi. Secondo i giudici nei giorni subito successivi alla tragedia del 23 maggio quando persero la vita 14 persone «sussistevano esigenze di misure cautelari per Luigi Nerini, l’amministratore della società concessionaria dell’impianto e per l’ingegner Enrico Perocchio, il direttore di esercito responsabile della sicurezza. Ragioni che non sono venute meno in questi mesi».

I giudici torinesi hanno così deciso per gli arresti domiciliari sconfessando così quanto era stato disposto il 29 maggio dal Gip di Verbania Donatella Banci Buonamici. In conclusione degli interrogatori di garanzia in carcere – i due con Gabriele Tadini, capo servizio della funivia erano stati sottoposti a fermo – la Gip aveva infatti rimesso in libertà Nerini e Perocchio ritenendo le contestazioni degli inquirenti – procura e carabinieri – carenti di indizi.

Aveva disposto i domiciliari solo per Tadini perché reo confesso di aver bloccato il freno di emergenza sulla cabina precipitata provocando la morte di 14 passeggeri. I giudici del Riesame in un’ordinanza di 70 pagine ravvisano invece che c’erano motivazioni per applicare misure della restrizione delle libertà anche per Nerini e Perocchio. I loro difensori ora hanno dieci giorni per presentare ricorso in Cassazione.

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 3,99€/mese per 3 mesi

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Storie Сorrelate

Ultime Тotizie

Quinta dose per gli immunodepressi: in Romagna accesso diretto...

Con l’arrivo dei nuovi vaccini anticovid a enunciazione bivalente è stato dato il via anche alla somministrazione della quinta dose…

quadrato epidemiologico dell’infezione da Covid 19 in Ausl Romagna,...

Al fine di fornire un aggiornamento riguardo a all'evoluzione del quadro epidemiologico dell'infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un…

Sabato 8 ottobre “Tieni in forma il tuo cuore”...

Clinica mobile per screening gratuiti ed educazione alla prevenzione in Piazza Cavour. E’ l’appuntamento della fase riminese, sabato 8 ottobre…

Luciana Littizzetto riabbraccia la figlia adottiva. “Non ci siamo...

La giovane è riuscita a rientrare in Italia da Minsk, dove vive. E' entrata da bambina nella famiglia della conduttrice tanti ringraziamenti al Progetto Chernobyl

Marco Mengoni: “In ‘Pelle’ metto qualsiasi frammento di me...

Il canzonettista pubblica il 7 ottobre il secondo album di tre, 'cute', parte del progetto denominato 'Materia'. E racconta: "Ho fatto il test del Dna per scoprire chi sono. Questo disco è di 'contaminazione' con suoni, strumenti e atmosfere da ogni parte del mondo"